Spedizione Gratuita per ordini oltre i 200€

DesignBlog Single

Dalla Wassily ad Ambrogio: La tradizione del tubo d’acciaio curvato

Estetica e funzionalità, unicità del design e produzione di massa, sono questi i criteri che hanno ispirato gli architetti e i designer del Bauhaus di Dessau e che hanno rivoluzionato l’industria degli inizi del ‘900. Quando era direttore del laboratorio del legno presso il Bauhaus, Marcel Breuer disegnò la Sedia Modello B3, introducendo i tubi di acciaio nichelato piegato a freddo nella produzione dei mobili, rendendo più veloci i metodi di produzione su scala industriale.

Breuer aveva sperimentato l’utilizzo del tubo d’acciaio per la costruzione della bicicletta Adler alcuni anni prima e decise di utilizzare i tubi d’acciaio per costruire mobili affiancato dalla ditta Mannesmann: nel 1925 apparve sul mercato il primo prototipo della sedia che negli anni Sessanta divenne un prodotto di massa grazie alla riedizione Dino Gavina con il nome di Wassily.

La storia della scelta del nome è legata a Kandinskij perché, quando Gavina seppe che il famoso pittore aveva comprato il primo esemplare della B3 per il suo appartamento, decise di dedicare questa sedia all’artista fondatore della pittura astratta.

Sedia Wassily

Ancora oggi la Wassily è prodotta con successo dalla famosa ditta Knoll di New York.  La storia del successo di Gavina è solo uno dei tanti nel panorama dell’industria italiana che partendo dalle solide tradizioni dell’artigianato artistico e delle fabbriche di famiglia con produzioni di piccola scala si è evoluta grazie alla capacità di coniugare l’inventiva e genialità dei nostri artigiani con le risorse umane e le interazioni con le Università ed i Politecnici che guidavano la nascente industria anche in campo internazionale.

Servomuto Flli Reguitti

Basti pensare a Fontana Arte con le lampade di Giò Ponti, alla Bialetti con la Moka, ad Alessi con le collezioni in acciaio pressato. In questa combinazione di artigianato, arte e industria viene prodotto dalla Fratelli Reguitti, su disegno di Ico Parisi, il porta abiti Servomuto in legno con svuota tasche e piedini orientabili. Dal legno al tubo di acciaio piegato. Dalla B3 si arriva ad Ambrogio passando per il Servomuto della Fratelli Reguitti, una storia tutta italiana scritta a 4 mani da Marco Bosisio Fisico CEO e fondatore di LUCECOCEPT e Francesca Beretta architetto e designer partner aziendale.

Un Ambrogio per tutta la famiglia - Il servomuto ambrogio

Ambrogio

Porta abiti interamente Made in Italy dal Design Moderno ed Elegante. Realizzato in un unico tubo di acciaio curvato a formare supporti Ergonomici e sostenuto da un disco sottile che garantisce un appoggio a terra Stabile e Sicuro. Verniciato a polvere ad alta aderenza, colore Bianco brillante.  Disponibile anche in versione ridotta Boy & Girl per bambini nei colori Azzurro intenso e Rosa fucsia. Il design essenziale e l’ingombro contenuto che lo caratterizzano lo rendono adatto ad ogni ambiente della casa pur garantendo superfici di appoggio adatte ad accogliere l’outfit completo della giornata.

DIMENSIONI: Altezza 120 cm Larghezza 45 Diametro base 40 cm

Per i più piccoli: Ambrogino Girl, Ambrogino Boy

Ambrogino Girl
Ambrogino Boy

Verniciato a polvere nei colori rosa fucsia e azzurro intenso si trasforma in un complemento d’arredo utile e spiritoso per ogni cameretta. Ogni bambino scoprirà il piacere quotidiano di vestire questo nuovo amico con i propri abiti che saranno sempre ordinati al loro posto.

DIMENSIONI: Altezza 90 cm Larghezza 34 cm Diametro base 30 cm

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Up
logo bianco

LuceConcept è un’azienda giovane e creativa che nasce nel cuore della Brianza e riassume il valore del Made in Italy nella ricerca di un’elevata qualità estetica, tecnica e produttiva.

I nostri orari

Domenica Chiusi
Lunedì-Venerdì (9-12/14-18)
Sabato (9-12) Solo su appuntamento

Open chat